BENVENUTI IN ARTKETIPO SPIRITUALITA' E MODA


CHI SIAMO

ANNACARLA  DIGREGORIO

Mi chiamo Anna Carla,
ho 38 anni, sono una farmacista “sui generis”. Laureata in farmacia in anticipo a 23 anni e con il massimo dei voti, come a voler bruciare con foga ogni tappa per poter finalmente entrare nel mondo del lavoro ed esprimere pienamente me stessa. La delusione non tardò ad arrivare, come informatrice scientifica prima, in azienda dopo ed in farmacia privata in fine; di esprimere sè stessi non se ne parlava!

Iniziava così a farsi sentire in me una forte voglia di sbocciare e abbandonare ciò che erano gli schemi che la società imponeva. Allora rieccoci a studiare… Scuola di omeopatia, omotossicologia, scuola di naturopatia, scuola di counseling olistico, scuola di medicina funzionale, diploma di nutritional consultant, master in Pnl bioetica, studi in enneagramma, psicosomatica, psicologia quantistica, fitoterapia e floriterapia, kinesiologia psicoemozionale, ayurveda, medicina tradizionale cinese, medicina funzionale regolatoria e percorso di alchimia iniziativa, di risveglio della Coscienza e di nondualità. Insomma un bagaglio che da dodici anni a questa parte si è sempre più arricchito … Forte di quanto la via olistica fosse la mia identità decisi dieci anni fa di aprire una società e di diventare imprenditrice di una grande parafarmacia olistica, con il mio attuale marito, poi diventate 2, la seconda più dedicata all’aspetto nutrizionale e preventivo.
Oggi il mio obiettivo è dare ad ogni consultante attraverso consulenze mirate e corsi la visione globale che solo la spiritualità, e la visione olistica permette, riuscendo a partire dal sintomo o dal malessere per costruirne una mappa  personale atta a valutare le cause psicoemozionali e spirituali oltre che sociali che hanno portato a perdere quell’equilibrio omeostatico di benessere con lo scopo di ricontattare il proprio se profondo e la propria Verità. E così esprimendo me stessa pienamente ho visualizzato uno degli obiettivi più importanti da portare avanti e cioè essere mezzo per chi mi si rivolge per “esprimere totalmente se stessi” e riuscire a vedere la piena bellezza della vita.
Ed ora eccomi qui nell’ultimo progetto Artketipo per spiritualizzare anche attraverso la moda il percorso della nostra esistenza…


STEFANIA RENZA

Il mio nome è Stefania, ho conseguito una laurea in Marketing e Pubblicità nel mio paese di nascita, Venezuela.
Sono nata con uno spiccato senso estetico, evidente sin dai primissimi anni della mia vita ed una grande passione per la moda, già da allora sognavo di diventare stilista. Sogno poi deviato da alcune mie scelte di vita.

Nel 1998 è la vita stessa che mi porta a lavorare nel settore Tessile, iniziando dalle materie prime, uno splendido esordio che mi ha consentito di capire e conoscere come intrecci di fili possono diventare tessuti che poi si trasformano in abiti.
Avere iniziato dalle materie prime è stata una vera fortuna per me, in quanto la moda nasce  proprio dai TESSUTI dalla ricerca di colori, tecniche, lavaggi, finiture, etc, che ogni stilista poi reinterpreta con la propria intuizione, la creatività, dando vita a collezioni per ogni stagione.
Dopo circa 8 anni nelle materie prime, il mio percorso prosegue nel prodotto finito a cominciare dalla CAMICERIA, ho imparato lavorazioni, tecniche, modellistiche,  infinite tipologie di colli usati nella confezione di camicie prodotte sia artigianalmente che industrialmente.
Da lì a poco e grazie ad una serie di combinazioni, la folle e meravigliosa occasione di lavorare con la famosissima stilista di KRIZIA, la Sig Mandelli per la linea Krizia Jeans. Fantastica esperienza che mi ha regalato conoscenze di grande valore, un viaggio nel mondo del Pret A portè. Il mio datore di lavoro al tempo, aveva acquisito in licenza la seconda linea “Krizia Jeans” incaricandomi della gestione e interfaccia con la casa madre. Affiancata da modelliste e stilisti, per me è stata una vera e propria Università della Moda, un tuffo nel colore, una combinazione di creativi che ha alimentato ancor di più la mia passione.
Ho proseguito il mio percorso professionale in una realtà pugliese che produce abbigliamento donna di marchi in licenza, quali “Basile, Coveri, Gian Marco Venturi”, ho gestito la produzione estera del total look donna. In questa fase divento “DONNA PRODOTTO”.
Il continuo contatto con stilisti e creativi alimenta questa mia innata vena, cresce in me il forte desiderio di esprimere il mio estro, l’occasione non tarda ad arrivare, mi viene richiesto di occuparmi della parte creativa e realizzazione di una collezione donna con gusto italiano che sarà distribuita all’estero.
Nel mio attuale lavoro, oltre ad essere impegnata nella gestione dei fornitori esteri, mi occupo della parte creativa di varie linee di costumi da bagno donna.
Parallelamente al mio percorso professionale il mio cammino spirituale, che mi porta all’incontro con Anna Carla Digregorio e la sua meravigliosa intuizione di fondere moda e spiritualità.
Dando vita a questo progetto…

 
ROBERTA PETARRA

Sono Roberta ed ora vi racconto qualcosa su di me…
Mi sono diplomata in ragioneria seguendo una scuola che non mi entusiasmava, ma nonostante ciò ho completato gli studi con ottimi voti, felice di immergermi subito nel mondo del lavoro con tutta la mia voglia d’indipendenza.

Mi sono sperimenta in molti lavori uno diverso dall’altro cercando di trovare me stessa e quindi la mia vera strada.
Presto mi sono accorta che per raggiungere i miei obiettivi dovevo tornare a studiare, carica e forte della mia innata curiosità ho iniziato a frequentare corsi d’informatica, di webmaster e di grafica pubblicitaria. Questo mi ha permesso di aprire uno studio di grafica e personalizzazione gadgets.
Ho avuto sempre una grande curiosità su tutto, soprattutto su ciò che è straniero, credo sia un modo per aprire la mente rendendoci capaci di uscire dal guscio in cui siamo stati abituati a crescere per sperimentare la nostra Libertà . Questo mio amore per l’estero e le lingue mi ha portata a vivere a Londra per 2 anni.
Qui ho lavorato e studiato, oggi penso sia stata un’esperienza bellissima che mi ha arricchito notevolmente, mi ha permesso di scoprire lati personali sconosciuti tra cui una grande forza interiore nell’andare avanti ed affrontare la vita!
Sono una creativa, mi piace realizzare homemade come cosmetici naturali.
Attualmente la mia creatività si esprime nella realizzazione di quadri di arte contemporanea con tecnica mista, pieni di vita e di colori che esprimono la mia libertà d’espressione.
Ho conosciuto Anna Carla Digregorio e questo è stato un incontro importante e decisivo per la mia vita, il percorso con lei mi ha permesso di vedere la vita da un altro punto di vista, dandomi l’opportunità così di mettermi in contatto con una parte più profonda e vera della vita oltre che l’opportunità di partecipare a questo bellissimo progetto … ARTKETIPO…

ANTONIETTA FERRUCCI

Sono Antonietta e amo i pensieri felici, i pensieri che accompagnano i sogni, i sogni belli e grandi, perchè I SOGNI SONO UNA COSA SERIA.
Un pensiero questo costante, al quale mi sono morbosamente attaccata…credo da quando mia madre ha lasciato che io dipingessi sui muri di uno sgabuzzino stretto stretto…ma tra quel tutto e tanto io riuscivo a vedere il “vuoto” …Quel vuoto che mi sarebbe tornato presto utile.

Da qui parto io, da qui i sogni prendono forma.
Amo il colore, amo il gesto pittorico, amo vedere la forma formarsi…niente di più intimo, ed il colore presto avrebbe segnato il mio percorso formativo.
Percorso non lineare, ma piuttosto segnato da alcune deviazioni.
Mi diplomo presso un’ Istituto d’Arte nel 1997, subito dopo frequento una scuola per grafici, ma non riuscivo assolutamente a vedermi lì, seduta davanti ad un computer, troppi schemi, troppe ore, troppo tempo ferma…ed è stato così che ho conosciuto la corsa, questa amata corsa…che continua ad insegnarmi molto in merito alla vita…Mi ha insegnato che l’ATTESA …attenua i sogni mediocri ed accresce quelli più grandi, che la fatica non è mai sprecata, perchè più grande è il sogno più grande è la sofferenza,
..un passo alla volta come un sogno perpetuo..

Sono un grafico pubblicitario, da qui parto…anno 1999.

Il primo contatto con il tessile lo apprendo in famiglia attraverso mia madre e poi con mia sorella, la quale disegna i suoi modelli e li realizza.
Qualche anno dopo sul mio tavolo di lavoro ci sono tessuti, capi di abbigliamento, filati, ci sono spedizioni da monitorare, mi trovo a fare la mia prima esperianza vera nella moda in una bella realtà pugliese, ad oggi sempre molto forte e in continua ascesa…
Sono il grafico del settore import/export.
Si impara con gli occhi tutti i giorni, segui i gesti come le dita che si muovono su una tastiera…veloci, e se ne perdi uno hai già perso l’opportunità di imparare qualcosa di nuovo.
Puoi dire di saper fare il tuo lavoro quando impari a farlo nei momenti di alta tensione e se ogni giorno sei pronto a riconminciare.
Sono molto irrequieta, corro per questo motivo…’anche’.
Ma qualcosa mi mancava, mi mancava il colore, mi mancava qualcosa che ancora non sapevo…
Decisi così di lincenziarmi e trasferirmi a Firenze per frequentare la Libera Accademia di Belle Arti.
Nel 2006 studio pittura, finalmente dipingo perchè non solo lo desideravo ma anche perchè era il mio compito da studente.
Non riuscivo a trovare ancora l’anello di congiunzione tra quello che ero stata come grafico e la pittura, ma un pensiero si insinuò nella mia mente quando uno studente del corso di grphic design mi chiese:
“ ma tu pensi di campare con la pittura”?
Non sapevo se sarebbe stato quello il mio mestiere, più volte ho immaginato la mia esistenza immersa nei progetti pittorici, nella scultura o nella fotografia…
Ma le risposte non tardarono ad arrivare; durante gli anni accademici ho avuto la possibiltà di conoscere la sfera organizzativa di una galleria o di un museo…
Tanto apprezzato e formativo è stato quest’ultimo percorso presso il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci a Prato.
Imparo che l’arte non ha limiti, il colore non è solo su di un foglio o una tela ma si confonde tra i metalli delle installazioni di Kounellis e le polveri preziose dei pigmenti di Kapoor.
Partecipo all’allestimento di esposizioni di grandi artisti, quali Kounellis, Fontana, Merz….
La forma inizia a prendere una direzione, ho la possibilità di esporre durante varie collettive di pittura.
Ma in seguito alla mia prima mostra a Londra nel 2011, capisco che la mia arte sarebbe rimasta solo mia…quel mondo fatto di artisti agguerriti, fatto di vernissage campeggiati più da politici che da maestri d’arte…non avrebbe mai fatto parte della mia vita.
Frequento uno breve stage presso la KLC, scuola di design di Londra.
Mi piace davvero il colore sulle carte da parati, su metri e metri di tessuto…mi piace la pittura vista con occhi differenti…
Imparo a collocarla in un dove completamente nuovo per me…
Torno a casa avendo la possibilità di collaborare ed intervenire nella ristrutturazione di immobili che richiedevano un supporto artistico dai toni originali. Ma restava ancora una domanda irrisolta, con cosa avrei fatto i miei soldi, perchè era questo che Giulio mi chiese…
Mi immergo completamente nella grafica tessile, cerco studi grafici inseriti in delle Serigrafie in modo da seguire l’intero iter progettuale di una stampa.
Il disegno “handmade”, la digitalizzazione, le problematiche dei vari metodi di stampa, la varietà di questi metodi, la bellezza infine dei vari risultati.
Collaboro con alcuni giovani stilisti pugliesi, imparo l’arte.
Quei colori e quei filati sono sempre presenti poichè fortemente voluti.
La creatività è spesso fraintesa, non ha identità o meglio non le si vuol dare un contorno…ma io ci credo, io ne ho voluto dare uno credendo che la creatività non sia mai fine a se stessa.
Ed è per questo che decido pe la prima volta di proporre i miei tessuti handmade ad una compagnia tessile in UK.
Che meravigliosa vibrazione arriva quando vedo i miei tesuti indossati da dei cuscini, in bella vista in vetrina sulle strade londinesi.Come tele su cavalletti in galleria.
Allora si può, allora ci credo fortemente, l’arte e la moda, la pittura e i tessuti, la passione per il colore e i filati sono la mia costante ricerca.
I miei occhi brillano quando riescono a vedere quello che la mente ha anticipato; perchè l’invisibile è già visto dal nostro cuore, perchè un’opera d’arte nasce nella testa, perche l’armonia dei colori indossati li hai già immaginati..
Mi chiamo Antonietta, e sono un disegnatore grafico di tessuti.

P.S. Giulio graphic designer, ora disegna tessuti proprio come me!

 

Latest Blog Posts